DuPont Home
DuPont™ in Italia

DuPont e la lotta all' illegalità

DuPont Crop Protection continua a vincere nella lotta alla contraffazione

Milano, Gennaio 2010 - DuPont Crop Protection, settore di DuPont che opera per la protezione delle colture, ha recentemente visto riconosciuti i propri diritti presso il Tribunale di Milano in due cause per contraffazione di brevetto e di marchi.

Le due sentenze del Tribunale di Milano avvalorano le tesi e le comunicazioni fatte al mercato da DuPont Crop Protection per mettere in guardia sia la distribuzione, sia gli utilizzatori finali della presenza di prodotti frutto di contraffazione.

Le decisioni menzionate hanno ulteriormente confermato che la distribuzione o l’ uso di prodotti contraffatti costituisce illecito e che coinvolge coloro che hanno prodotto, commercializzato o utilizzato il prodotto, esponendoli a conseguenze sia a livello penale che civile. 

In particolare, le due sentenze emesse dal Tribunale di Milano, la prima del 2 novembre 2009 n. 12908/09 e la seconda del 18 novembre 2009 n 13643/09, hanno confermato la validità del brevetto del Tribenuron Metile, sostanza attiva del prodotto formulato Granstar®, e la commercializzazione di prodotti contraffatti recanti i marchi DuPont™ e Titus®, condannando le controparti al risarcimento dei danni subiti da DuPont.

 

“Questo è un significativo passo avanti contro la contraffazione nel nostro settore”, dichiara Aldo Trombini, Manager Crop Protection per Italia, Slovenia e Malta.

"Quello degli agrofarmaci è, nel nostro paese, un settore fermamente regolamentato, per tutelare sia i consumatori, sia gli operatori, sia le aziende che investono in ricerca ed innovazione. Il riconoscimento ottenuto con queste sentenze produrrà, a mio avviso, diversi effetti positivi"

 "Da un lato rafforza la certezza per le aziende che investono nel nostro Paese e che operano nel rispetto delle leggi di essere tutelate contro l’illegalità.Nel contempo viene tutelato l’impegno a fornire sul mercato prodotti di qualità attraverso investimenti nei dossier registrativi ed una rigorosa attenzione ai processi produttivi. Prodotti contenenti la stessa percentuale di principio attivo non rispondono necessariamente agli stessi standard qualitativi e di sicurezza, poichè tutte le sostanze contenute nei prodotti formulati hanno un ruolo ugualmente importante. Analisi condotte da DuPont hanno evidenziato che in tutti i casi di contraffazione vi erano evidenti diversità nelle sostanze presenti."

DuPont Crop Protection ribadisce il proprio impegno a commercializzare agrofarmaci di alta qualità, garantita da elevati standard nel controllo di ogni fase del processo produttivo oltre alla scelta di sostanze di elevata purezza. 

La diffusione di agrofarmaci illegali è un fenomeno allarmante che sembra essere in aumento all’interno della comunità europea, tanto che anche l’Associazione delle Aziende Produttrici, Agrofarma, ha di recente siglato accordi innovativi con il Comando dei Carabinieri per la Tutela della Salute e sostenendo campagne volte a spingere gli operatori a segnalare ogni episodio di dubbia natura direttamente alle autorità o anche in forma anonima al numero verde della stessa Agroframa  (800-913083).