DuPont Home
Teflon<sup>®</sup>

Teflon® : leggende e realtà

Anche il più affidabile tra i marchi di rivestimenti antiaderenti ha i suoi punti critici. Nell'elenco sottostante sono riportate le verità che circondano le leggende sorte sulle pentole trattate con rivestimenti antiaderenti.

Per ulteriori informazioni sulla sicurezza dei rivestimenti antiaderenti Teflon®, visita il sito Web : www2.dupont.com/Teflon/it_IT/products/safety/index.html.



Leggenda n.1: Le pentole trattate con rivestimenti antiaderenti Teflon® non sono completamente sicure.
Realtà: Le pentole alle quali è stato applicato un rivestimento antiaderente Teflon® sono del tutto sicure se vengono impiegate per le finalità previste; anzi, aiutano a seguire una dieta povera di grassi e sana per il cuore in quanto consentono di cucinare facendo a meno di grassi o utilizzandone in quantità minima.

Leggenda n.2: I rivestimenti antiaderenti tendono a consumarsi con molta facilità.
Realtà: Tutti i rivestimenti sono stati tecnicamente realizzati in modo da resistere a scheggiature, scrostature e sfaldamenti.

Leggenda n.3: I rivestimenti in ceramica, anche noti come "tegami ecologici", sono migliori o comunque più sicuri dei rivestimenti antiaderenti a marchio Teflon®.
Realtà: Numerosi e ripetuti test hanno dimostrato che i tegami trattati con rivestimenti antiaderenti Teflon® forniscono prestazioni migliori di quelli in ceramica e durano sette volte di più.

Leggenda n.4: I rivestimenti antiaderenti sono tutti uguali.
Realtà: Quando si parla di antiaderenza che dura nel tempo, i rivestimenti a marchio Teflon® di DuPont™ si mostrano decisamente superiori ai concorrenti, inclusa la ceramica o i cosiddetti "tegami ecologici".

Leggenda n.5: “Teflon” è sinonimo di PFOA.
Realtà: Non è vero. Teflon® è un marchio. Come afferma anche l'EPA, il marchio Teflon® non è il PFOA. Di fatto, i rivestimenti antiaderenti  Teflon® di Dupont™ per pentole e da forno sono realizzati senza acido perfluorottanico.

Leggenda n.6: Non si devono usare utensili in metallo sui rivestimenti antiaderenti.
Realtà: DuPont propone una linea avanzata di rivestimenti in grado di resistere a pressoché tutto, anche agli utensili in metallo.

Leggenda n.7: I tegami antiaderenti non sono fatti per chef o cuochi professionisti.
Realtà: I rivestimenti antiaderenti di prima qualità realizzati da DuPont™, ad esempio Teflon® Platinum Plus, sono stati appositamente concepiti per resistere ad un uso intensivo e, da oltre 50 anni, vengono quotidianamente utilizzati da chef professionisti.

Leggenda n.8: Quando si cucina con una pentola antiaderente, non è possibile applicare tecniche di cottura come la deglassatura, l'arrostimento o la rosolatura.
Realtà: I tegami antiaderenti consentono tranquillamente di deglassare, rosolare o arrostire. Anzi, quando viene rosolato in un tegame antiaderente, il cibo acquista un colore e un sapore più intensi perché il liquido di cottura non rimane attaccato alla pentola.

Leggenda n.9: Se la superficie antiaderente si graffia, la pentola deve essere gettata via.
Realtà: I graffi non compromettono la funzionalità. Indubbiamente, un tegame graffiato non è bello a vedersi, ma un graffio non è la fine del mondo (né del tegame). Finché la maggior parte del rivestimento rimane integra, la pentola può essere utilizzata senza problemi.

Leggenda n.10: I tegami trattati con rivestimento antiaderente non possono essere messi in lavastoviglie.
Realtà: Se il tegame ha un rivestimento antiaderente Teflon® ed è stato fabbricato da un produttore che gode di buona reputazione, può essere lavato in lavastoviglie. Ad ogni modo, si consiglia di attenersi alle istruzioni fornite dal produttore del tegame.

Leggenda n.11: Alle alte temperature, le finiture del tegame si danneggiano.
Realtà: I tegami trattati con un rivestimento antiaderente Teflon® sopportano benissimo il calore. È possibile riscaldare un tegame antiaderente fino una temperatura di 260 °C, senza temere per la finitura. Tra l'altro, le temperature di ebollizione e di frittura, così come quelle raggiunte nel forno, sono decisamente inferiori a 260 °C.

Leggenda n.12: Non è possibile riporre del cibo in frigorifero lasciandolo in un tegame antiaderente.
Realtà: È invece possibilissimo, e senza alcun problema.

Leggenda n.13: È troppo complicato districarsi tra quello che si può fare e quello che non si deve fare con i tegami antiaderenti. Le padelle normali creano meno problemi.
Realtà: I rivestimenti antiaderenti sono stati specificamente progettati per farti risparmiare tempo e rendetii più semplice la vita in cucina. Seguendo alcune semplici regole, la cottura e la pulizia saranno molto più semplici per chiunque utilizzi la tecnologia Teflon® di DuPont™. Nella sezione Cura delle pentole sono disponibili maggiori informazioni.

Leggenda n.14: Se un tegame presenta un fondo particolare, il cibo può attaccarsi al disegno del fondo.
Realtà: Per la comprovata qualità, probabilmente rimarrai molto "attaccato" ai rivestimenti Teflon®, ma il cibo sicuramente no. La facilità con cui è possibile staccare i cibi dalla pentola non viene in alcun modo compromessa da questo tipo di fondi. Questi tegami, in realtà, migliorano le prestazioni del rivestimento antiaderente perché riducono al minimo il contatto tra la superficie e gli utensili. I tegami antiaderenti con fondi particolari devono essere trattati come qualsiasi altra pentola antiaderente, garantiscono molti anni di eccellenti prestazioni e sono semplici da pulire.