DuPont Home
Teflon<sup>®</sup>

Q&A su cucina e cura personale

 
1.   "Se nulla si attacca a Teflon®, come fa Teflon® ad attaccarsi al tegame?"
2.   "Qual è il modo migliore per pulire un tegame antiaderente?"
3.   "Posso utilizzare un detersivo o una spugnetta abrasiva?"
4.   "Qual è il modo migliore per assicurarsi che le proprietà dei rivestimenti antiaderenti Teflon® rimangano integre per tutta la durata della pentola?"
5.   "Un prodotto con un rivestimento antiaderente Teflon® può essere messo nel forno a microonde?"
6.   "Bisogna prendere specifiche precauzioni per la temperatura?"
7.   "È veramente possibile cucinare senza olio, burro o altri grassi? E per la cottura al forno?"
8.   "Perché dovrei preferire le superfici antiaderenti DuPont alle altre?"
9. "Posso rosolare il cibo utilizzando una pentola trattata con un rivestimento antiaderente Teflon®?"

» Vedi anche Luoghi comuni sulle pentole antiaderenti.

   Per qualsiasi domanda, non esitare a contattarci. Saremo sempre lieti di prestarti ascolto.


 

1.    "Se nulla si attacca a Teflon®, come fa Teflon® ad attaccarsi al tegame?"
Il rivestimento antiaderente viene applicato a strati, come la vernice. Il primo strato è lo strato primario, che aderisce alla superficie metallica di un tegame grazie alla speciale composizione chimica.
» Scopri di più sul funzionamento dei rivestimenti antiaderenti
2.    "Qual è il modo migliore per pulire un tegame antiaderente?"
Lavarlo con acqua calda e detersivo dopo ogni uso. In genere è sufficiente una spugnetta o uno strofinaccio per pulire la superficie al meglio. È possibile che sul tegame rimangano residui di olio o cibo. Se il tegame viene riutilizzato per cucinare senza che i residui siano stati prima rimossi, i residui in questione si induriranno e, nel tempo, comprometteranno le capacità antiaderenti del tegame. In caso di padelle "carbonizzate", ovvero tegami su cui si è incrostato un sottile strato di olio, consigliamo di procedere a una pulizia più accurata per rimuovere tale strato. Rimosso questo ostacolo, la pulizia del tegame tornerà ad essere semplice come prima.
3.    "Posso utilizzare un detersivo o una spugnetta abrasiva?"
Le superiori prestazioni dei rivestimenti antiaderenti Teflon® rendono superfluo l'impiego di detersivi abrasivi. Qualora fosse necessario una maggiore "forza pulente", potrai utilizzare un detersivo non abrasivo o uno sgrassatore delicato. Andrà bene anche una spugnetta, purché abbia l'etichetta di sicurezza per superfici antiaderenti.
4.    "Qual è il modo migliore per assicurarsi che le proprietà dei rivestimenti antiaderenti Teflon® rimangano integre per tutta la durata della pentola?"
I rivestimenti antiaderenti Teflon® oggi sono più resistenti e più facili da mantenere che mai. In genere, è preferibile utilizzare utensili in plastica, nylon o legno perché non danneggiano il rivestimento. Con i rivestimenti Teflon® più resistenti, è comunque possibile utilizzare anche la maggior parte degli utensili in metallo. Evita sempre di utilizzare coltelli e di tagliare il cibo direttamente nel tegame e, dopo ogni uso, lava la pentola con acqua calda e detersivo. Conserva la padella in modo adeguato per evitare graffi: uno scolapiatti è un modo comodo e sicuro per riporre un tegame.
5.    "Un prodotto con un rivestimento antiaderente Teflon® può essere messo nel forno a microonde?"
In genere, i rivestimenti antiaderenti Teflon® sono ottimamente utilizzabili sia nel forno tradizionale che nel microonde. Tuttavia, è possibile che il materiale con cui è stata fabbricata la pentola non sia adatto per determinate applicazioni (ad esempio, i tegami in metallo non possono essere utilizzati nel microonde). Consulta le istruzioni fornite dal produttore della pentola per un uso corretto.
6.    "Bisogna prendere specifiche precauzioni per la temperatura?"
Benché sia consigliabile cucinare a temperatura media o bassa, i rivestimenti antiaderenti Teflon® possono sopportare temperature di anche 260 °C, un valore ben superiore alle normali temperature di frittura, rosolatura o cottura al forno.
7.    "È veramente possibile cucinare senza olio, burro o altri grassi? E per la cottura al forno?"
I rivestimenti antiaderenti Teflon® consentono di staccare il cibo dal fondo della pentola con estrema semplicità. Non è quindi necessario aggiungere grassi, a meno che non si desideri un sapore più forte. Per la cottura al forno, consigliamo di ungere leggermente il recipiente, così da ottenere risultati squisiti anche per queste creazioni più delicate.
8.    "Perché dovrei preferire le superfici antiaderenti DuPont alle altre?"
DuPont è stata l'inventrice delle superfici antiaderenti per pentole e da quel momento è rimasta leader di tutto il settore. Accedi alla sezione "Come funzionano i rivestimenti antiaderenti?" per una spiegazione completa sul perché le superfici antiaderenti DuPont™ sono le più diffuse al mondo, sia nelle cucine di casa che in quelle dei ristoranti.
9.    "Posso rosolare il cibo utilizzando una pentola trattata con un rivestimento antiaderente Teflon®?"
Senza dubbio. Se si rosola il cibo in un tegame antiaderente, sarà addirittura possibile ottenere un colore e un sapore più ricchi rispetto a quelli della rosolatura tradizionale. Il liquido denso e saporito che si forma durante la rosolatura, non si attacca al tegame e rende la pietanza più gustosa.
» Scopri di più sulla rosolatura perfetta